La Pasqua quest’anno sarà una delle ricorrenze che si festeggerà in primavera, un’occasione unica per uscire dalla routine quotidiana e organizzare una vacanza in un vero e proprio angolo di paradiso, godere dei colori e dei profumi della natura, fare lunghe passeggiate in spiaggia e scoprire il fantastico territorio di Taormina.

Taormina è uno dei posti ideali per una vacanza culturale e di relax, ma anche per scoprire le tradizioni e i momenti religiosi legati alla Pasqua. Numerose sono infatti le processioni e rappresentazioni che rievocano la Passione, Morte e Resurrezione di Cristo e che si svolgono nei paesi del messinese. A Taormina in particolare è vivo un forte sentimento religioso che vede la città e i suoi turisti coinvolti in una Via Crucis vivente, in cui si nota il forte legame con la Madonna cui la città è dedicata. Uno dei momenti più rappresentativi è la processione del Venerdì Santo in cui si commemora il dolore incolmabile della Madre che ha perso il Figlio.

Savoca è uno dei borghi del messinese noto per i festeggiamenti del Venerdì Santo. Il “cammino” di Cristo verso la croce viene rievocato nel centro storico medievale di Savoca, fino al Calvario, attraverso un percorso affascinante, con le Stazioni scavate nella roccia. Anche questa è un’antichissima tradizione radicata nel territorio del Val d’Agrò.

A Forza D’Agrò il Lunedì di Pasqua si svolgono la tradizionale “Festa dell’Alloro” e la “Processione dei Sacri Oli”. I Forzesi, per lo più i giovani, si riuniscono in gruppi, ciascuno dei quali realizza degli stendardi d’alloro con foglie disposte su un telaio di canna o di legno, in onore della SS. Trinità. Dopo la premiazione delle “opere” migliori, tutti gli stendardi d’alloro, la confraternita e tutta la moltitudine dei Forzesi e dei turisti, provvisti del tradizionale ramoscello di foglie d’alloro, accompagnati dalla banda musicale giungono nella piccola Piazza Sant’Antonio, proprio alla fine del paese, dove avviene la benedizione dell’alloro e del Sacro Olio.

Le “cuddure”, i dolci di Pasqua

Le “cuddure” sono uno dei dolci tipici distribuiti durante i festeggiamenti del Lunedì dell’Angelo a Forza D’Agrò. La preparazione di queste ciambelle coinvolge un po’ tutta la popolazione forzese, tra cui molti giovani, e sono caratterizzate da una forma di treccia sui cui viene impressa l’emblema della SS. Trinità. Ogni cuddura pesa circa 100 grammi ed ha un diametro esterno di circa 12 centimetri. Le ciambelle prodotte, sfornate una per una, trasportate mediante una cesta di canna, vengono accatastate su un ballatoio di legno, posto all’ingresso del locale, raggiungibile mediante una ripida scala. Qui rimangono nell’attesa di essere distribuite il giorno della festa. Significativo evento pasquale di condivisione e di festa nel segno della SS. Trinità.

Scopri le offerte a te riservate al Baia Taormina